Home / Pubblicazioni / Disposizioni temporanee in materia di perdite societarie...

Disposizioni temporanee in materia di perdite societarie e impatto sul capitale sociale

Le novità introdotte dal Decreto-legge n. 23 dell’8 aprile 2020 (cd. “Decreto-Liquidità”)

09/04/2020

L’articolo 6 del decreto-legge n. 23/2020 entrato in vigore l’8 aprile 2020 è intervenuto, in ambito societario, sulle disposizioni in materia di riduzione del capitale sociale per perdite di cui agli articoli 2446, commi secondo e terzo, 2447, 2482-bis, commi quarto quinto e sesto, e 1482-ter del codice civile, al fine di attenuare le possibili conseguenze negative scaturite dall’attuale pandemia in corso. 

Ai sensi del citato articolo del decreto, infatti, l’obbligo di provvedere alla riduzione del capitale sociale per perdite, o alla ricapitalizzazione, deve considerarsi momentaneamente “congelato” fino al 31 dicembre 2020 per situazioni verificatesi nel corso degli esercizi chiusi entro la predetta data. Rimane invece ferma, e pienamente applicabile, la previsione in tema di informativa ai soci. 

Nel delicato scenario economico del Paese, la disposizione esaminata intende offrire un supporto alle imprese nazionali e rinviare alcuni obblighi derivanti dal diritto societario. L’intervento è chiaramente ispirato dal timore dell’impatto dell’attuale pandemia soprattutto sulle piccole e medie imprese italiane ed ha lo scopo di evitare la necessità di messa in liquidazione o di ricapitalizzazione delle stesse nell’attuale periodo emergenziale, rinviando alla fine dell’anno una verifica sulla adeguatezza del capitale

Autori

La foto di Pietro Cavasola
Pietro Cavasola
Managing Partner
Roma
Adele Palumbo
Associate
Roma