Home / Pubblicazioni / L'imposta di registro sulle cessioni di crediti in...

L'imposta di registro sulle cessioni di crediti in garanzia derivati da tariffe incentivanti per impianti fotovoltaici

26/10/2012

La cessione dei credito derivante da tariffe incentivanti con GSE S.p.A. trovano finalmente una risposta ai dubbi sul carico fiscale gravante sull’atto. Con la Risoluzione 95/E del 17.10.12, l’Agenzia ripropone nello specifico ambito degli impianti fotovoltaici i ragionamenti che avevano supportato la soluzione costituita dalla imposta di registro con l’aliquota dello 0,50% sul valore dei crediti ceduti, fornite nel comparto delle locazioni immobiliari con la risoluzione n. 278/E del 4 luglio 2008. Vengono così frustrate le speranze dell’istante di far valere la maggior indeterminatezza che caratterizza i crediti derivanti dalla Tariffa incentivante (che, come noto, spetta in funzione dell’energia prodotta e quindi dell’effettivo irraggiamento e, più in generale, di ogni altro elemento che possa incidere sulla “resa” dell’impianto fotovoltaico) rispetto a quelli connessi ad un contratto di locazione immobiliare. E’ proprio per l’indeterminatezza ed indeterminabilità dell’ammontare dei crediti oggetto di cessione che il quesito ipotizzava l’applicazione della sola imposta fissa applicabile.

Pubblicazioni
L'imposta di registro sulle cessioni di crediti in garanzia derivati da tariffe incentivanti per impianti fotovoltaici
Download
PDF 307 kB

Autori

Vittoria Segre
Vittoria Segre
Senior Associate
Roma