Home / Pubblicazioni / Banca d’Italia: innalzamento dei limiti di capitale...

Banca d’Italia: innalzamento dei limiti di capitale per l’autorizzazione all’attività bancaria

14/06/2013

Le nuove Diposizioni di vigilanza prudenziale per le banche hanno introdotto a far data dal 29 aprile 2013 l’innalzamento dell’ammontare minimo del capitale iniziale richiesto ai fini del rilascio dell'autorizzazione all’attività bancaria a:

  • 10 milioni di euro (da 6,3 milioni di euro), per le banche costituite in forma di S.p.A., per le banche popolari e per le banche di garanzia collettiva (c.d. “banche confidi”);
  • 5 milioni di euro (da 2 milioni di euro), per le banche di credito cooperativo.

Se il capitale iniziale comprende anche conferimenti in natura è previsto che il loro ammontare non può eccedere i tre decimi del capitale complessivo. In ogni caso tale limite non si applica ai conferimenti in natura effettuati nell’ambito di un medesimo gruppo bancario.

L’incremento dei requisiti minimi di capitale si applica sia alle banche di nuova costituzione – e in particolare anche alle istruttorie relative ai procedimenti amministrativi pendenti alla data di entrata in vigore delle nuove disposizioni - sia alle banche già costituite ed autorizzate, per le quali è previsto un termine non superiore a 36 mesi per adeguarsi ai nuovi minimi.

Per uniformarsi alla nuova disciplina, le banche in fase di costituzione che hanno raccolto un capitale inferiore ai nuovi limiti potranno adottare una delle seguenti procedure:

  • modifica della clausola statutaria concernente l’ammontare del capitale sociale, con conseguente versamento delle somme necessarie;
  • versamento dei fondi in una riserva dotata di caratteristiche idonee a assicurarne la computabilità nel patrimonio di base, che rientra, assieme al capitale sociale, nella nozione di “capitale iniziale” indicata nelle nuove istruzioni sull’autorizzazione all’attività bancaria.


Le opinioni ed informazioni contenute nella presente Newsletter hanno carattere esclusivamente divulgativo. Esse pertanto non possono considerarsi sufficienti ad adottare decisioni operative o l’assunzione di impegni di qualsiasi natura, né rappresentano l’espressione di un parere professionale. La Newsletter è proprietà di CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni.

Fonte
CMS Italia Newsletter | 14 Giungno 2013
Leggi tutto

Autori

La foto di Paolo Bonolis
Paolo Bonolis
Partner
Roma
Picture of Pasquale Marinelli
Pasquale Marinelli